Come prendere decisioni in 7 respiri

Come prendere decisioni in 7 respiri

Come prendere decisioni difficili grazie alla respirazione ed alla Mindfulness?

Ti capita mai di non riuscire a prendere una decisione? Oppure di prenderla e poi di essere sopraffatto dall’ansia e dai ripensamenti? Ti è mai capitato di prendere decisioni difficili solo in base al giudizio altrui? O di non decidere affatto per via della paura, dell’incertezza che quella scelta porta con sé?

Magari sei una persona che decide solo ed esclusivamente in base alle proprie emozioni, ripensandoci poi in continuazione, perché mai convinta delle decisioni assunte.

Le emozioni possono influire sul processo decisionale in due modi: potresti considerare in modo favorevole una opportunità perché ti senti in sintonia con la persona che te la sta offrendo; o rifiutare un’altra opportunità perché saresti costretto ad uscire dalla tua zona sicura (la cosiddetta zona di comfort). Queste sfide creano una sorta di conflitto interiore, che può portare o all’immobilità o a prendere decisioni oggettivamente sbagliate.

Potresti anche cadere in preda di una duplice ansia: ti preoccupi non solo degli aspetti negativi della eventuale scelta, ma anche del non sapere se quella sarà effettivamente una scelta giusta. Lo stress causato da questa incertezza può permanere anche dopo che la decisione è stata presa.

Decidere è un processo faticoso, costantemente messo alla prova dai timori alimentati dalla responsabilità delle nostre scelte, dalla mancanza di consapevolezza e dalla incapacità di interpretare e gestire ciò che di importante possono comunicare emozioni e intuito.

Come prendere decisioni in 7 respiri 1“In tutta la mia vita, ogni volta che è venuto il momento di prendere una decisione, la prendo e poi non me ne preoccupo più.”  Harry Truman

Allontanando le preoccupazioni inutili e rafforzando la nostra autostima, la Mindfulness può disinnescare la carica emotiva che accompagna il nostro processo decisionale, permettendoci di vivere le nostre scelte con più semplicità e serenità. Non si occupa di situazioni “ipotetiche” ed è perciò in grado di dissolvere gran parte della “nebbia” che avvolge i processi decisionali.

La Mindfulness ha quindi la straordinaria capacità di migliorare il nostro processo decisionale. Prendere una decisione può coinvolgerci emotivamente più di quanto pensiamo. La destabilizzazione emotiva può portarci a intraprendere vie davvero impervie. Praticando Mindfulness, invece, non solo impariamo come prendere decisioni difficili, soprattutto prendiamo decisioni migliori nella vita perché:

  • Riduce lo stress, che può interferire con la nostra lucidità mentale.
  • Ci aiuta a concentrarci sugli aspetti essenziali della vita.
  • Ci aiuta ad evitare distrazioni inutili.
  • Ci aiuta a “filtrare” le voci interiori e a non farci condizionare dalle emozioni.
  • Ci libera dagli schemi mentali nocivi.
  • Aumenta la nostra autostima: le nostre decisioni vengono prese e sostenute con più decisione.

“Le decisioni sono soltanto l’inizio di qualcosa. Quando si prende una decisione, in realtà si comincia a scivolare in una forte corrente che ti porta verso un luogo mai neppure sognato al momento di decidere.” – Paulo Coelho

Esperienze, ricordi ed eventi ricorrenti possono portarci a reagire sempre allo stesso modo quando ci troviamo davanti a una certa situazione.  A lungo andare, non ne siamo più consapevoli: adottiamo senza pensarci la nostra reazione “standard” (pilota automatico). Inoltre, diamo per scontato che certi pensieri e certi comportamenti siano inevitabili. Non ci accorgiamo che c’è una strada alternativa, un modo diverso di porsi di fronte al contesto e di affermare i nostri bisogni o desideri. La chiave per riconoscere gli schemi che ci siamo creati è la consapevolezza. 

Riuscire a portare l’attenzione al respiro anche se un attimo, ci offre la possibilità di affrontare quell’attimo con consapevolezza. Così come l’attimo immediatamente successivo, è quello dopo ancora….

Come prendere decisioni in 7 respiri 2Come prendere decisioni difficili
Se devi decidere qualcosa, rapidamente, puoi seguire questi semplici passaggi. Se hai già confidenza con le tue capacità intuitive, puoi affidarti ad esse: a volte queste vengono offuscate e messe a tacere dal giudizio altrui e da tutti i pensieri ed emozioni negative ad essi collegati. Prima di tutto, poniti in uno stato di consapevolezza: rallenta il respiro (puoi utilizzare anche l’esercizio apposito di sofrologia):

  1. Svuota la tua mente da ogni preoccupazione irrilevante e concentra la tua attenzione sui problemi in questione.
  2. Analizza i tuoi pensieri e identifica eventuali fattori emotivi: pressioni esterne, ansia da confronto e prestazione, etc…
  3. Allontana questi pensieri dai tuoi processi mentali.
  4. Rifletti razionalmente sulla situazione e valuta attentamente le varie possibilità.
  5. Chiediti che cosa ti sta suggerendo il tuo intuito. Conferma il tuo giudizio razionale? In caso contrario, perché ti sta inviando un messaggio diverso?
  6. Crea nella tua mente uno spazio per accogliere la tua decisione finale. Puoi anche visualizzarti nell’atto di compiere quella scelta.
  7. Scegli con chiarezza e decisione, senza guardarti indietro.

In ultimo, accetta l’incertezza: un problema complesso non sempre ha una soluzione facile ed univoca. Quello che saremo e quello che otterremo dalla nostra vita, dipende direttamente dalla qualità delle nostre decisioni.

Non possiamo modificare la realtà, ma possiamo sempre far qualcosa per noi stessi, possiamo scegliere come agire. La mindfulness ti permette di analizzare qualsiasi problema alla radice e di intraprendere le azioni necessarie anziché stare ad aspettare che le cose cambino.

Non puoi controllare il mare. Non puoi impedire che ci siano le onde, ma puoi imparare a soffiare sulle onde. È questo l’obiettivo principale nella mindfulness.
Tutti noi abbiamo dei problemi. È la vita. Tutti andiamo incontro alla tristezza allo stress e situazioni difficili da gestire. Se riuscirai a essere davvero presente a tutte le circostanze della vita, senza cercare di reprimerle e senza lasciarti sopraffare, capirai che cosa è davvero necessario.

“È meglio prendere decisioni imperfette che essere alla continua ricerca di decisioni perfette che non si troveranno mai.”  Charles de Gaulle

La pratica della mindfulness apre una strada grazie a cui trovare dentro di sé uno spazio stabile, da cui muoversi per imparare a gestire lo stress e il disagio. Senza negarli, ma senza lasciare che condizionino la quotidianità.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti relativi alla Mindfulness o su come prendere decisioni difficili ? Iscriviti alla mia newsletter! Se invece vuoi richiedere informazioni, senza impegno, sui percorsi di Mindfulness (anche a distanza), individuali o di gruppo, o di Mindful Eating puoi inviare una mail ad info@barbaramenegazzo.it oppure whatsapp al 339.7148023

Post Correlati