Perdonare se stessi e accettare i propri errori

Perdonare se stessi e accettare i propri errori

Perdonare se stessi ed accettare i propri errori è il punto di partenza, nella direzione del raggiungimento dei propri obiettivi.

“Quando ho camminato fuori dalla porta verso il cancello che avrebbe portato alla mia libertà, sapevo che se non avessi lasciato l’amarezza e l’odio dietro di me, sarei rimasto ancora in prigione.”
 [ Nelson Mandela ]

A volte, nella vita, viviamo situazioni difficili da dimenticare. Pesanti offese o umiliazioni, cose o anche persone care che ci hanno portato via, punizioni che non meritavamo, lealtà tradite, etc. Nutrire odio e risentimento verso te stesso o queste persone è come ingurgitare veleno con la speranza che a morire sarà qualcun altro.

Non puoi parlare di obiettivi, di migliorare la tua vita, di essere una persona migliore se prima non ti perdoni e perdoni gli altri..
Hai bisogno di perdonarti per non essere ancorata al passato. Perché è dopo l’accettazione ed il perdono che puoi davvero lasciar andare il passato e dedicarti al presente, preparandoti per un futuro migliore.

Perdonare non significa giustificare, dimenticare o rimuovere l’eventuale “offesa”. Perdonare significa osare. Perdonare significa rialzarsi. Perdonare significa non arrendersi. Perdonare significa liberarsi da ogni fissazione.
Il perdono è un gesto da veri guerrieri.
Il primo passo per cambiare direzione e raggiungere i tuoi obiettivi è quello di iniziare a perdonare te stesso/te stessa e poi gli altri.

Perdonare evidenzia l’onestà e l’umiltà, concetti che contribuiscono alla crescita personale, il massimo obiettivo per una buona salute emotiva.

Spesso si rimane ancorati a quanto abbiamo fatto od avremmo  potuto fare. A volte continuiamo a pensare a quanto di sbagliato (secondo il nostro punto di vista) gli altri possono aver commesso nei nostri confronti. E tutto questo alimenta rabbia, stress, pensiero negativo. Perdonare significa guardare avanti. Perché il risentimento ci ancora al passato e ci costringe e a vedere le cose non per ciò che realmente sono. Così ci irridiamo nella nostra condizione.

Perdonare è un atto rivoluzionario: significa che quell’evento, quella situazione o quella persona non ha più il controllo su di noi. Perdonare significa decidere. Decidere, ad esempio, di far progredire la nostra esistenza. Decidere e scegliere di essere felici.

Perdonare è vincere, perdonare significa essere liberi. Perdonare non significa che chi ti ha fatto del male meriti il tuo perdono, ma che tu meriti pace

A volte perdonare se stessi o gli altri risulta difficile, poiché non appare chiara la motivazione. Non devi chiederti perché perdonare o se vale la pena perdonare. Se quella persona merita il tuo perdono. E’ energia sprecata e rimani ancorato  nello stesso posto.

Dobbiamo perdonare noi stessi e poi gli altri perché siamo persone meravigliose e ci meritiamo il meglio. Perdonare se stessi e gli altri è un atto individuale, che richiede una profonda conoscenza di se stessi, delle proprie capacità e risorse. Perdonare non significa soccombere, bensì “non farsi mettere i piedi in testa”.

Perdoniamo noi stessi per aver reagito od agito, oltre che per aver detto o fatto cose di cui ci siamo in seguito pentiti. Chi non riesce a perdonare immagina ad occhi aperti come avrebbe dovuto comportarsi o cosa avrebbe potuto dire di diverso. Ma non si è più quelli di prima. Ed è solo perdonandoci che si può iniziare a vivere completamente.

Se non iniziamo ad essere benevoli con noi stessi,  non potremo mai andare avanti nella vita. Non bisogna mai dimenticare che tutti commettiamo degli errori ogni giorno e che va bene così. Possiamo vedere ogni errore come un’esperienza che ci ha lasciato qualcosa.

Non dobbiamo dimenticare ciò che abbiamo fatto o che gli altri ci hanno fatto in passato. Dobbiamo solo smettere di concentrarci su quello. Impariamo ad accettare che tutti fanno errori; solo così potremo riprendere il comando della nostra vita. Dobbiamo smettere di auto-commiserarci e colpevolizzarci, e colpevolizzare gli altri, se vogliamo riprendere in mano le redini della nostra vita.

“Il perdono non cambia il passato, ma allarga il tuo futuro” – Paul Boese

/** Google Analytics */