Proprietà e benefici dell’echinacea

Proprietà e benefici dell'echinacea

Proprietà e benefici dell’echinacea, rimedio naturale anche in caso di influenza e raffreddore.

Nonostante siamo ancora a settembre, sono arrivati i primi venti freddi, le prime giornate nuvolose. Con essi, sono arrivati anche i primi malanni stagionali: il naso che cola, una fastidiosa tosse, qualche linea di febbre e tanta spossatezza. Un po’ per colpa del freddo a cui non siamo abituati, un po’ per colpa dello stress a cui siamo sottoposti ogni giorno, sicuramente le nostre difese immunitarie non ci hanno protetto come speravamo. Cosa possiamo fare? Anche in questo caso la Natura ci viene in soccorso e lo fa con una pianta con un bel fiore viola chiaro: l’Echinacea.

L’echinacea è una pianta conosciuta fin dai tempi degli indiani di America, che la utilizzavano soprattutto come rimedio per raffreddori e stati influenzali. Ma è soltanto agli inizi del ‘900 che, alcuni studi, hanno rilevato la sua importanza ed efficacia nel potenziare il nostro sistema immunitario.

Oggi, viene utilizzata in fitoterapia (uno degli strumenti del naturopata) per rinforzare il sistema immunitario ed anche per alleviare i sintomi di influenza, raffreddore, e virus stagionali che colpiscono le vie aree.

Secondo una revisione di 14 studi, l’assunzione di echinacea, può ridurre il rischio di sviluppare raffreddori di oltre il 50% e ridurre la durata dei raffreddori di un giorno e mezzo 1. In un altro studio di 30 giorni su adulti con osteoartrosi resistente all’azione antinfiammatoria dei FANS, i ricercatori hanno scoperto che l’assunzione di un integratore contenente estratto di zenzero ed echinacea riduceva significativamente l’infiammazione, il dolore cronico e il gonfiore.

Proprietà e benefici dell’echinacea

Proprietà e benefici dell'echinacea 1Tra le principale proprietà e benefici dell’echinacea, come scritto sopra,  c’è quella di fungere da stimolante per il sistema immunitario sia negli adulti sia nei bambini: questo avviene perché l’Echinacea è in grado di aumentare la produzione di quei leucociti che hanno la funzione di fagocitare gli agenti estranei dannosi per il nostro organismo come batteri, funghi e virus.
Svolge inoltre azione antibiotica e batteriostatica grazie alla presenza di alcuni flavonoidi che le conferiscono anche proprietà antinfiammatorie simili a quelle del cortisone.
L’utilizzo regolare di questa pianta, a partire dall’inizio dell’autunno permette, soprattutto nei periodi in cui lo stress abbassa le nostre difese, di prevenire ma anche di curare le malattie a carico dell’apparato respiratorio come tosse e raffreddore, o quelle a carico dell’apparato urinario come le cistiti.

  • Stimola il sistema immunitario
  • Svolge un’azione antibatterica e antivirale
  • Agisce nelle infiammazioni, sia a carico delle vie respiratorie che urinarie, come la cistiti
  • Rigenera i tessuti, quindi è un ottimo cicatrizzante
  • Cura afte e malattie della pelle come dermatiti

Tanti sono i benefici di questa pianta che può essere assunta sia tramite uso esterno (specialmente per curare le dermatiti), che con decotti e tisane. Soprattutto nei mesi più freddi o sotto stress, l’echinacea aiuta a prevenire e a guarire dalle infezioni.

N.B. Devono prestare particolare attenzione al suo utilizzo le persone che soffrono di patologie autoimmuni perché le proprietà immunostimolanti di questa pianta possono causare seri problemi. Allo stesso modo l’uso dell’Echinacea è sconsigliato alle donne in gravidanza o in allattamento e ai bambini al di sotto dell’anno di età.

Come usare l’echinacea

Vediamo adesso come e quando assumerla,  per poter potenziare proprietà dell’echinacea.

Il dosaggio dell’Echinacea varia a seconda che la si utilizzi come prevenzione o come cura.
Per la fase di prevenzione autunnale l’ideale è fare dei cicli di 21 giorni di trattamento e di 7 giorni di pausa assumendo una volta al giorno 50 gocce di tintura madre.
Per curare tosse o raffreddore assumere 2 o 3 volte al giorno lontano dai pasti 50 gocce di tintura madre, diminuendo la frequenza via via che i sintomi spariscono.
Se preferite capsule o compresse potete assumere, lontano dai pasti, 400mg di estratto secco in capsule o compresse una volta al giorno per prevenire, e dai 500 ai 750mg 2 volte al giorno per curare disturbi già evidenti.
Tisana o decotto di echinacea due volte al giorno per due settimane, come prevenzione, oppure in caso di raffreddore od influenza, fino alla scomparsa dei sintomi.

Ricetta: Tisana di Echinacea

Proprietà e benefici dell'echinacea 2Fai bollire dell’acqua in un pentolino (200 ml, il quantitativo di una tazza). Sminuzza le radici essiccate di echinacea (circa 3 grammi, l’equivalente di un cucchiaino da caffè) e metti in infusione nell’acqua
Copri l’infuso per circa 8 minuti. Filtra le radici di echinacea bollite e dolcifica, a piacere, con del miele
Puoi aggiungere alla tisana d’echinacea altre erbe immunostimolanti e ricche di vitamine come rosa canina; sambuco; fettine di zenzero e succo di limone.

Per consulti personalizzati di naturopatia, puoi contattarmi senza impegno qui.

Vuoi conoscere altre proprietà e benefici dell’echinacea? Dai valore alla tua mente e al tuo corpo: iscriviti alla newsletter.

Post Correlati

Privacy Preferences
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.