Perché è importante fare Personal Branding

Perchè è importante fare personal branding

Perchè è importante fare personal branding?
Proporsi nel miglior modo possibile, fare in modo che le persone riconoscano la capacità di affrontare un lavoro. Essere la persona giusta per quel compito: questa è per me la migliore definizione di personal branding che ho trovato.

Che tu abbia un negozio, un e-commerce, una piccola azienda, tu sia un libero professionista, o sia in cerca di un lavoro o se, semplicemente, stai cercando di costruire la tua popolarità online non puoi non fare (da solo o facendoti aiutare) personal branding.

Il personal branding è ciò che ti aiuterà a distinguerti e renderti immediatamente riconoscibile in mezzo alla giungla della concorrenza.
Devi esercitarti a “vendere” te stesso, esattamente come farebbe un brand.

Per farlo, devi conoscere le risposte a queste cinque semplici domande:

  • Chi Sei? Ovvero da dove arrivi e dove vuoi andare
  • Cosa Fai? Ovvero la tua professione o ciò che vorresti fare
  • Perché lo fai? Cosa ti ha spinto a scegliere questa professione?  
  • Per chi lo fai? Ovvero a chi ti rivolgi? A quale pubblico?
  • Cos’è che ti rende diverso? In cosa sei differente dalla concorrenza?

E devi farlo costantemente. Coerentemente. Online ed Offline ogni dettaglio deve rispondere e rimandare a queste domande.
La reputazione online, non si crea in un giorno. Ci vuole tempo, sacrificio, contenuti di valore. E tanta pazienza.

Il personal branding, come dico sempre, funziona così: quello che semini, raccogli.

Dopo aver parlato dell’importanza, come iniziare, quindi, a fare Personal Branding? Semplice. Inizia a condividere in rete.  Anche contenuti di altri che reputi interessanti. Mostra le tue capacità, la tua conoscenza in quella data materia ma senza esagerare. In fondo abbiamo sempre tutti qualcosa da imparare.

“Le persone credono più a te che a un’azienda. I profili di un’azienda possono soffrire di una mancanza di autenticità. I consumatori preferiscono rapportarsi a una persona in carne ed ossa piuttosto che a un “freddo” account aziendale” – lo spiega bene Joe Vasquez, presidente e CEO di Quezmedia.com

Barbara

Post Correlati