Acqua di San Giovanni preparazione e utilizzi

Acqua di San Giovanni preparazione

Acqua di San Giovanni : preparazione ed utilizzi

Questa è una delle usanze più comuni, soprattutto tra le nostre nonne: la sera del 23 giugno va preparata l’acqua di San Giovanni. Va poi lasciata fuori, ai raggi lunari, e va utilizzata al mattino successivo.

E’ un rituale antichissimo, che si tramanda ancora oggi e che si utilizza ancora oggi. Si ritiene infatti che in questa notte, esporre alla luna oggetti importanti (pietre, cristalli, etc); bottiglie d’acqua  (di vetro, informatizzate); una lista di desideri, abbia tutta una serie di influenze benefiche sulla nostra vita.

Acqua di San Giovanni: la storia

San Giovanni Battista nasce il 24 giugno e in suo onore vengono celebrate tradizioni e riti la notte precedente; ossia quella del 23 giugno. Una notte magica durante la quale non solo si vuole ricordare la nascita di uno tra i santi più venerati al mondo, ma anche l’arrivo dell’estate. Stagione che vede la natura raggiungere il suo massimo splendore.

Preparare l’acqua di San Giovanni, è una sorta di un rito propiziatorio, nato e tramandato per proteggere i raccolti, scongiurando calamità naturali che potrebbero devastarli in questa stagione estiva.. Tutto questo grazie ai fiori con cui viene realizzata quest’acqua, in grado di portare fortuna. Lo scopo è infatti sfruttare la potenza di fiori e piante, su cui, secondo la leggenda, durante questa notte si deposita la rugiada degli Dei in grado di conferire forza alla natura.

Acqua di San Giovanni preparazione

Acqua di San Giovanni preparazione

È necessario raccogliere fiori spontanei ed erbe (per intenderci, quelli che crescono da soli nei campi o a lato delle strade). Vanno scelti “ad intuito”, senza una regola ben precisa. Una volta raccolti (rispettando la natura e senza estirpare le piante), fiori e piante vanno inseriti nell’acqua dopo il tramonto (normalmente tra le 8 e le 9 di sera).

Quest’acqua (se abiti in prossimità di un fiume o ruscello, puoi utilizzare quella) che verrà lasciata all’aria aperta e alla luna per tutta la notte. Al mattino, si arricchirà anche della rugiada, che donerà alle erbe magiche proprietà.

Secondo alcune tradizioni, nella preparazione non dovrebbero mai mancare i fiori di San Giovanni (o iperico) e verbena. Ma so per certo che non è facile, specie in città, recuperare gli uni o l’altra.

Ecco qui una serie di piante, fiori ed erbe aromatiche che puoi inserire nel tuo mix, cercando di non esagerare con le quantità. Bastano infatti pochissimi fiori o foglie:

  • Papaveri
  • Fiori di campo
  • Verbena
  • Fiori di San Giovanni
  • Gelsomino
  • Lavanda
  • Rosa
  • Menta
  • Salvia
  • Rosmarino
  • Alloro

Acqua di san Giovanni preparazione: In generale, piante fiorite ed erbe aromatiche che ti ispirano, possono essere tranquillamente inserite. Puoi anche raccogliere i fiori nel pomeriggio e poi preparare il tutto la sera, dopo le 8.00

Ricorda di utilizzare una ciotola di vetro o ceramica e non di plastica o metallo. Di inserire prima l’acqua e poi fiori, sorridendo, esprimendo le tue intenzioni e desideri, e ringraziando per ciò che ti sta arrivando.

Acqua di San Giovanni preparazione ed Utilizzi

La tradizione vuole che l’acqua di San Giovanni venga utilizzata al mattino successivo (il 24 giugno) per lavare mani e viso. In questo modo il corpo verrà purificato e allo stesso tempo l’acqua di San Giovanni offrirà tutto ciò di cui abbiamo bisogno: salute, fortuna e amore.

Acqua di San Giovanni Preparazione ed Utilizzi per la casa ed il lavoro

Forse non sai che l’ Acqua di San Giovanni può essere utilizzata per purificare ed energizzare gli ambienti, come casa od ufficio, per portare prosperità, serenità, salute, abbondanza, amore.

Per farlo, dovresti prima procedere alla pulizia energetica attraverso lo Yoga della Casa o lo Yoga Clearing. Se ancora non l’hai fatto, puoi iniziare con un ambiente specifico, quello che corrisponde all’area dove pensi di aver maggiori blocchi e difficoltà (sia lo Yoga della Casa sia lo Yoga Clearing spiegano a cosa corrisponde ogni ambiente).

Puoi fare il tutto il 24, mattino o pomeriggio o sera. Prendi la ciotola con l’acqua ed i fiori, immergici le dita della mano ( destra o sinistra non cambia) e schizzala dolcemente nell’ambiente che intendi purificare ed energizzare.

Non serve tanta acqua. Puoi recitare Ho’Oponopono, puoi semplicemente ringraziare, puoi dire una preghiera, quello che ti senti. L’acqua avanzata, filtrata, puoi metterla in uno spruzzino che userai nei giorni successivi anche negli altri ambienti. (sempre dopo aver utilizzato lo Yoga della Casa o lo Yoga Clearing).

L’acqua può essere conservata ed utilizzata per alcuni giorni.

Se vuoi avere altre informazioni su come purificare ed energizzare gli ambienti, su acqua di San Giovanni preparazione, iscriviti alla Newsletter.

Acqua di San Giovanni: preparazione nella tradizione

Questa festa affonda le sue radici nell’antica celebrazione pagana chiamata Lithia, che veniva celebrata il 24 giugno con riti propiziatori e con l’accensione dei falò.  In questo particolare periodo dell’anno, la natura giunge al massimo del suo splendore e quindi, per proteggere il raccolto da eventi meteorologici avversi, era necessario un rituale propiziatorio che riparasse le colture da grandine, temporali e siccità.

Una delle varie leggende legate a questa ricorrenza, narra che, durante la notte compresa tra il 23 e il 24 giugno, gli Dei facevano passare i nuovi nati sotto forma di rugiada. Inoltre, si crede che durante questa notte i fiori vengano colpiti da una particolare forza.

La notte di San Giovanni è quindi ricca di simboli esoterici e religiosi. Proprio per questo, molti la chiamano “notte delle streghe”.

Comunque sia, ogni anno io mi diverto moltissimo a girare per i campi, alla ricerca di fiori e pianti per questo rituale.

Privacy Preferences
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.