Perchè fai quel che fai?

Perchè fai quel che fai

Oltre ad organizzare corsi, ne frequento a mia volta. Mi aggiorno costantemente. Anche leggendo testi specializzati.
Una delle domande che mi pongono i “coach” e che io stessa pongo a mia volta a chi mi chiede una consulenza è “perchè lo fai?”.
Rockefeller diceva che “Se il tuo unico obiettivo è diventare ricco…non lo raggiungerai mai!”
Oggi più che mai, il “perché lo fai” conta moltissimo ( e mi riferisco al lavoro).

E’ proprio il “perché lo fai” che ti può differenziare dalla concorrenza, emergere dalla massa. Ed in ogni tua comunicazione deve emergere questa tua peculiarità.

Perchè offro la mia consulenza (che altro non è la somma di tutta la mia esperienza, dei miei errori e della mia preparazione)? Perchè ho scelto proprio di aiutare i negozi, gli e-commerce, i liberi professionisti, etc? Perchè mi ostino a voler dare soluzioni, a trovare nuove strade?
Voglio dare una mano. Voglio dare, e do, il mio contributo a tutte le attività, medio piccole, italiane. Voglio aiutarle a crescere, a non farsi oscurare dalla concorrenza, a non chiudere. Voglio mettere a disposizione la mia esperienza professionale.
Ambiziosa? Indubbiamente.

Ieri sentivo che la Sperlari (da qualche anno tedesca) potrebbe acquistare la Pernigotti (da qualche anno turca). E mi domandavo: – “di eccellenze italiane, in mano agli italiani, non è rimasto più nulla”?.
Ecco io lo faccio per questo. Per far rinascere i negozi di paese, per ritrovare il piacere nel andare a lavorare e nell’acquistare da realtà, eccellenze, italiane. Per dare visibilità a realtà, a professionisti, che altrimenti non l’avrebbero.
Con passione, con entusiasmo. Ogni attività , ogni professione, come se fosse la mia.

Se vogliamo cambiare le cose, ognuno di noi deve dare il proprio contributo e deve farlo dando “niente meno che il massimo”.

Sei pronto a cambiare? Perchè lo fai?

“Per raggiungere i tuoi obiettivi dei curare la tua immagine, individuare un pubblico a cui trasmettere le tue passioni e competenze, comunicare regolarmente. ” Parola di Riccarlo Scandellari.

Post Correlati