Mindfulness esercizi per bambini

Mindfulness Esercizi per bambini

Mindfulness esercizi per bambini da far fare a casa o a scuola.

I benefici della Mindfulness sui bambini sono talmente tanti che, sempre più scuole e genitori, decidono di inserire o far frequentare ai propri figli dei corsi specifici. Diversi sono gli studi e le ricerche che confermano gli effetti benefici di questa disciplina sulla mente dei bambini:

  • attenuare gli effetti del bullismo (Zhou, Liu, Niu, Sun e Fan, 2016);
  • migliorare l’attenzione nei bambini con ADHD (Zhang et al., 2016);
  • ridurre in generale i problemi di attenzione (Crescentini, Capurso, Furlan, e Fabbro, 2016);
  • migliorare la salute mentale e le abilità sociali, quando è ben insegnata.

Il consiglio è sempre quello di seguire e far frequentare ai bambini un percorso adatto a loro, e di utilizzare questi esercizi come approfondimento. Vediamo insieme alcuni Mindfulness esercizi per bambini.

Ascoltiamoci!
Questo è un esercizio molto divertente ed al contempo interessante da fare insieme ai bambini. Ad esempio la sera a cena. Ogni membro della famiglia ha disposizione due minuti per parlare della giornata trascorsa, o per raccontare un evento particolare, mentre tutti gli altri ascoltano con attenzione, senza interrompere od esprimere giudizi.
Ascoltare con empatia e con vero desiderio di capire  l’altro significa anche rafforzare e migliorare il rapporto che si ha. Durante l’esercizio, osserva anche il tuo corpo! Soprattutto chiedi ai bambini di ascoltare il proprio e di condividere eventuali sensazioni od emozioni che derivano da questo ascolto.

Mindfulness esercizi per bambini 1Osserva le bolle di Sapone
Questo è un classico dei Mindfulness esercizi per bambini. E’ molto semplice e serve solo un barattolo di bolle di sapone.  Chiedi ai bambini di concentrarsi e di respirare lentamente e poi di espirare per riempire la bolla. Incorali a prestare molta attenzione alle bolle mentre si formano, si staccano e scoppiano o galleggiano via. Di notarne la forma od i colori. Basta ripetere l’esercizio un paio di minuti.

Gratitudine
La sera, prima di andare a dormire, chiedi ai tuoi figli se c’è qualcosa per cui hanno provato gratitudine. In questo modo impariamo ed insegniamo loro a connettere la parola grazie con il  sentimento di gratitudine per l’abbondanza nelle nostre vite. Possiamo farlo in qualsiasi momento e, soprattutto, possiamo partecipare anche noi alla pratica!

Mangiare come un Alieno
La mattina, magari nel weekend, organizza un gioco tutti insieme di mindful eating. Prepara la tavola per la colazione e chiedi ai bambini di partecipare al gioco. Fate tutti finta di essere un alieno, appena arrivato sulla Terra e di non conoscere i cibi che ha lì sul tavolo. Soffermatevi sul primo alimento che avete davanti, osservatelo come se non lo aveste mai visto prima: di che colore è? E’ uniforme? E che forma ha? Poi passate al tatto… è rugoso o liscio? E’ duro o morbido? Passate all’olfatto: che odore ha? E’ un profumo forte o lieve? Sentite la stessa intensità da entrambe le narici? Potete anche ascoltarlo… pensate ai cereali che scricchiolano nel latte. O ai biscotti. Per finire, mettetelo in bocca: è morbido, è duro? E che forma ha? Per finire, assaggiatelo. Masticando con molta calma: è la prima volta che lo assaggiate!  Proseguite con gli altri cibi che avete sul tavolo, ma senza esagerare. Condividete le vostre scoperte. La Mindful eating serve a riscoprire una relazione sana e gioiosa con il cibo.

Come un SuperEroe
Un modo semplice e divertente per far conoscere ai tuoi figli (od ai tuoi alunni) la mindfulness, ed insegnare loro come rimanere concentrati sul momento presente. Chiedi di accendere i loro “sensi da Uomo ragno” ( o del loro supereroe preferito), ossia i sensi  dell’olfatto, della vista, dell’udito, del gusto e del tatto che l’Uomo Ragno usa per tenere d’occhio il mondo che lo circonda. Li incoraggerà a concentrare la loro attenzione sul presente, stimolando la loro consapevolezza circa le informazioni che i loro sensi portano (Karen Young, 2017). Questo è un classico esercizio di mindfulness, confezionato in un formato divertente e facile da capire: per farlo i bambini non avranno difficoltà.

Passeggiare all’aria aperta
Con la bella stagione capita spesso di fare lunghe passeggiate nel quartiere, o nei boschi, od in qualche parco. Approfittatene per camminare un minuto in silenzio invitando i bambini notare cose che non avete mai visto prima: basta un suono o un particolare che ha catturato la sua attenzione. Spingeteli ad osservare con attenzione tutto ciò che lo circonda: i colori, i profumi, i suoni. Anche l’aria.  Al termine del gioco lasciate tutto il tempo di cui hanno bisogno per raccontarti le loro sensazioni ed emozioni.

In generale, puoi utilizzare qualsiasi momento di gioco o momenti della quotidianità per far conoscere e sperimentare la mindfulness ai bambini.
La mindfulness ci insegna ad essere meno reattivi, a restare focalizzati sul presente. A goderci la vita per quello che è e ci dà.  A calmare e calmarsi.

Se vuoi approfondire Mindfulness esercizi per bambini, ti consiglio la lettura di  “Calmo e attento come una ranocchia” di Eline Snel

Se sei un insegnante e vorresti proporre nella tua scuola un percorso di Mindfulness, oppure vorresti far frequentare al tuo bambino un percorso di Mindfulness, invia una mail ad info@barbaramenegazzo.it

Post Correlati