Mindful Eating per vivere meglio

Mindful Eating per vivere meglio

Mindful Eating vuol dire mangiare in modo consapevole, fare attenzione a tutto quello che accade mentre mangiamo. Significa sentire veramente il sapore del cibo, e capire quando ne abbiamo abbastanza. Significa soprattutto comprendere se mangiamo per fame o per rispondere ad altri bisogni.

Come può la Mindfulness ad aiutarci con l’alimentazione? Quali esercizi e pratiche possono aiutarci a migliorare o semplicemente ad essere più presenti e consapevoli quando ci nutriamo o quando siamo di fronte a un piatto molto curato con ingredienti con cui non abbiamo familiarità?

La Mindfulness può aiutarci ad essere più consapevoli anche in questo aspetto della nostra vita.
Alimentarsi inconsapevolmente, spesso, nasconde svariate motivazioni come noia, solitudine ansia. E il cibo può essere una ricerca di una consolazione da qualche delusione. Godere e assaporare appieno un piatto o una preparazione e percepirne il dolce o il salato, la punta d’amaro o la consistenza a volte ci è impedito dalla mancanza di attenzione o dalla fretta.

Togliere il pilota automatico quando mangiamo, prestare attenzione, intenzionalmente, a come ci nutriamo e alla modalità con cui assumiamo il cibo ci permette di goderne maggiormente.

Così come percepire i pensieri e le emozioni che viviamo quando mangiamo o quando pensiamo a cosa mangiare e a come prepararlo. Tutti eventi che dentro e fuori di noi influiscono sul nostro rapporto con il cibo. Bisogna essere consapevoli delle sensazioni fisiche, dei segnali che il corpo ci invia, dei vari gradi dello stimolo della fame e della sete.
Riusciamo ad avvertire i segnali di sazietà? Quando li percepiamo come ci comportiamo?

La chiave sta nel liberarsi delle reazioni automatiche e degli schemi abituali di pensiero che sono nocivi per il nostro benessere e che mettiamo in atto nei confronti del cibo. Impariamo a lasciarle andare senza giudicare.

Mindful Eating permette di correggere degli errori banali ma frequenti che commettiamo ogni giorno nel costruire il nostro rapporto con il cibo. Quali sono? Come si correggono?

La vita frenetica a cui abbiamo dovuto abituarci, i riti sociali a cui dobbiamo necessariamente prendere parte e anche la continua pressione sociale a cui siamo sottoposti in merito al nostro aspetto hanno radicalmente cambiato il nostro rapporto con il cibo.

Questo significa che, nella maggior parte dei casi, abbiamo preso delle cattive abitudini che hanno probabilmente peggiorato il nostro modo di pensare il cibo e consumare il cibo.

Praticare Mindful Eating parte proprio dal riconoscere e correggere le nostre cattive abitudini, riuscendo a recuperare un più profonda connessione mente – corpo mentre mangiamo. Mangiare consapevolmente non può che farti bene!

In quest’era, dove la maggior parte della popolazione si sovra-alimenta, non riconosciamo più i reali segnali di fame e di sazietà, abbiamo perso la capacità di “vivere il momento” assaporando ogni sapore, ogni consistenza, non riconosciamo più la “vera fame fisica” dalla “fame nervosa”,  che arriva da altre parti di noi stessi. Man mano scopriremo insieme come la Mindful Eating può aiutarci nel nostro rapporto con il cibo e con noi stessi.

Sono possibili sessioni individuali e di gruppo per il corso di Mindful Eating attraverso piattaforma google meet.

“La Mindful Eating non è una bacchetta magica… Bisogna praticarla”. Mangiare consapevolmente significa “essere presente” in tutto e per tutto al momento del pasto. In questo modo, lo rendiamo una vera esperienza spirituale e prestiamo davvero attenzione a cosa c’è nel nostro piatto.

Un ultimo consiglio per mangiare consapevolmente: fai sempre attenzione a cosa metti nel tuo piatto e a cosa ti chiede il tuo corpo! Non strafare né in un senso né in un altro.

Barbara Menegazzo – Istruttore Mindfulness, Mindful Eating e Sofrologo certificato IPHM.

Qui puoi trovare informazioni sul percorso online di Mindful Eating

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti su Mindfulness, Mindful Eating, Sofrologia e coaching, e relativi corsi ed eventi, iscriviti alla mia newsletter.

Post Correlati

/** Google Analytics */