In crescita il settore degli “animali domestici”

In crescita il settore degli "animali domestici"

Stavo cercando un articolo su Forbes, quando sono incappata in una ricerca, a dir poco interessante. Uno dei settori che non risente delle varie crisi è quello legato agli animali domestici, ovvero la “Per Economy”.

Anni fa, per una azienda del settore chimico, ho svolto una ricerca proprio sugli “animali d’affezione”, sulla spesa delle famiglie italiane per cibo ed accessori. Già allora, a crisi appena iniziata, i dati erano sbalorditivi.

Forbes analizza e confronta i dati Europei, con uno sguardo all’Italia, dove è ancora il cibo per animali domestici a far da padrone. ” Per i sessanta milioni di animali domestici che popolano il Bel Paese nel 2018 sono stati spesi oltre due miliardi di euro (+3,8% a 2.051 milioni) per 573.940 tonnellate commercializzate. In particolare, registrano aumenti a doppia cifra le catene specializzate (+17,8%) che crescono ad un tasso cinque volte superiore ai punti vendita tradizionali. Fra le eccellenze del settore spicca Arcaplanet: il colosso ligure di petfood, fondato nel 1995 da Michele Foppiani, è leader in Italia ed è la terza realtà in Europa per dimensioni”.

In crescita il settore degli "animali domestici" 1Devo dare atto ad Arcaplanet di essere riuscita a rinnovarsi. Ne ho ben due a distanza di alcuni chilometri. In uno hanno aperto un’area per il lavaggio dei cani. Uno è specializzato di più su cani e gatti, l’altro su acquari e conigli.

Si fa riferimento ad una catena di negozi, è vero. Ma basta guardarsi in giro, in internet e nei negozi fisici, per notare come, soprattutto abbigliamento ed accessori per animali domestici stanno occupando sempre più spazi.

Mi è capitato di entrare in un negozio di tessuti e, tra una tenda ed un tappeto, ecco la zona dedicata a cani e gatti, con cuscini appositi e tappetini per il cibo. Tutto rigorosamente coordinato a lenzuola peri nostri letti e tovaglie per le nostre tavole. Se poi pensiamo al “business per l’abbigliamento di cani e gatti”…..

Tra canarini, pesci, tartarughe, conigli, cani e gatti, la media parla di almeno due animali domestici a “famiglia”.

Non voglio entrare nel merito del tipo di animale, e nemmeno se sia meglio acquistarlo od adottarlo, ma è sempre interessante vedere quali sono i settori in crescita (come questo degli animali domestici) grazie anche ad una politica innovativa, non dimenticando che la differenziazione è sempre necessaria, così come la preparazione del team di vendita.

Post Correlati